M.Y.A – Mobility of Young Adult

Presentato alla Comunità Europea a fine aprile il nuovo progetto europeo sulla mobilità dei ragazzi In Europa

Nell’ambito dei progetti europei, in particolare nella misura ERASMUS+, LOAD ha presentato ad aprile scorso un progetto che ha come obiettivo quello di favorire l’integrazione attraverso la conoscenza, sviluppando il senso di appartenenza all’Europa mediante la creazione nei ragazzi del sentimento di cittadini Europei.
Il progetto coinvolge 4 associazioni europee: 2 italiane (LOAD e LIDU) e 2 europee (Asociatia Pro Democratia della Romania e LPDH-Civitas del Portogallo).
Da un’analisi del contesto effettuata dalle organizzazioni partecipanti nei loro Paesi è emerso, nonostante gli sforzi finora fatti, quanto sia poco diffusa fra i giovani la consapevolezza di essere tutti cittadini europei pur provenendo da nazioni diverse.
I giovani condividono poco gli aspetti quali la solidarietà, la partecipazione attiva alle scelte politiche e alle decisioni europee.
E’ ancora molto diffusa la diffidenza ed il sentimento discriminatorio verso le minoranze dovuti a preconcetti e luoghi comuni.
Quanto sopra non argina il dilagare della tendenza alla radicalizzazione della violenza nei giovani, ognuno legato alla propria realtà sociale. Pertanto, il progetto MYA si propone di rendere i giovani partecipanti consapevoli di tutto questo.
MYA risponde agli obiettivi per i giovani evidenziati dal programma Erasmus+:
– migliorare il livello delle competenze e delle abilità chiave dei giovani, compresi quelli con minori opportunità;
– promuovere la loro partecipazione alla vita democratica in Europa ed al mercato del lavoro, alla cittadinanza attiva, al dialogo interculturale, all’inclusione sociale ed alla solidarietà, in particolare mediante maggiori opportunità di mobilità ai fini dell’apprendimento per i giovani.
Le associazioni coinvolte nel progetto grazie alla loro storia, tradizione ed esperienza nel campo della formazione sui valori democratici, sul rispetto dei diritti umani e sul senso civico sono state considerate le più adatte per raggiungere l’obiettivo che questa mobilità giovanile si pone: aumentare, attraverso il dialogo interculturale, il senso di solidarietà tra giovani cittadini europei, promuovendo al contempo il senso di cittadinanza europea e la promozione alla vita democratica, i valori comuni di libertà e della tolleranza.
Il progetto consiste nella organizzazione di incontri per affrontare insieme questi temi comuni, permettere ai ragazzi di confrontarsi, scambiare idee, acquisire conoscenze e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra loro e pur sempre europee attraverso metodologie di apprendimento non formale che permettano ai ragazzi ed alle ragazze coinvolti di essere i veri protagonisti attivi dello scambio.
Le attività verranno modulate in base alle loro capacità in una cogestione con i partner promotori del progetto. Saranno i ragazzi stessi che organizzeranno gli incontri formativi, le attività socio-culturali in coordinamento con i tutor ed i formatori.
Questa capacità di gestione e comprensione delle attività permetterà ai ragazzi di sviluppare le skills necessarie per diventare peer educator a fine progetto, una volta rientrati nel proprio paese d’appartenenza e riportare ad altri le competenze acquisite.
Il progetto MYA consterà di un soggiorno di 21 giorni in Italia, paese di appartenenza della capofila LOAD, per 30 giovani europei (10 provenienti dall’Italia, 10 dal Portogallo, 10 dalla Romania), che si conosceranno, convivranno e frequenteranno le giornate di studio, confronto e partecipazione che saranno suddivise nei seguenti moduli:
– accoglienza
– seminari di studio sui paesi di origine
– seminari e attività di approfondimento
– visite culturali per approfondire la conoscenza del patrimonio culturale ed artistico del paese ospitante
– selezione peer educator e loro formazione
– produzione del materiale del lavoro dei giovani partecipanti
Il progetto si avvarrà di alcuni strumenti promossi dalla Commissione Europea quali la certificazione europea YouthPass.
Gli obiettivi attesi sono:
– miglioramento del dialogo interculturale e della convivenza sociale tra persone con culture diverse
– sviluppo di un ragionamento aperto che aiuti ad evitare la creazione di stereotipi e pregiudizi, ma che prevenga anche la mancanza di fiducia nei confronti di persone con diverse culture e nazionalità.
I giovani partecipanti potranno sviluppare la consapevolezza sia delle similitudini che delle differenze tra le culture dei paesi coinvolti, potranno migliorare la conoscenza della lingua inglese in quanto ogni attività sarà tenuta in inglese ed i partecipanti dovranno anche fare uso di questa lingua per comunicare tra di loro.
In definitiva, il progetto MYA promuoverà l’inclusione sociale, il senso di cittadinanza europea, la partecipazione alla vita democratica ed al dialogo interculturale, la solidarietà fra i giovani affinché possa migliorare il senso di rispetto e di tolleranza fra tutti i cittadini europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *