Nuova edizione “Le Aziende vanno a Scuola”

Anche per quest’anno scolastico 2016 – 2017 la L.O.A.D. Onlus ha rinnovato l’accordo di Parternariato con l’IISS Giorgio Ambrosoli di Roma per la riedizione dello stage formativo “Le Aziende vanno a Scuola”, iniziato lunedì 19/12/2016.

In data 03/10/2016 è stato siglato nuovamente l’accordo fra il Dirigente Scolastico dell’Istituto prof.ssa Maria Filomena Casale ed il Presidente della L.O.A.D. Onlus ing. Dario Ugenti per il proseguimento della positiva esperienza iniziata nel precedente anno scolastico che ha visto coinvolti più di 50 studenti del corso serale C.A.T. (ex geometri) concluso con la manifestazione di premiazione per i migliori 5 studenti alla presenza dell’assessore municipale alla Cultura del V Municipio di Roma on.le Nunzia Castello e con la consegna degli attestati curriculari.

Il programma dello stage è stato rivisto ed aggiornato sulla base della esperienza acquisita e delle esigenze manifestate nella passata edizione dagli studenti, i quali con critica costruttiva hanno richiesto maggiori approfondimenti su alcune tematiche tecniche affrontate.

In particolare, gli argomenti saranno maggiormente mirati a:

  • progettazione strutturale alla luce delle NTC del 2008 in corso di aggiornamento
  • computi metrico – estimativi
  • sicurezza nei cantieri e normativa 81/2008 con s.m.i.
  • programmazione dei lavori (diagrammi di GANTT – PERT – gestione risorse)
  • accatastamenti
  • cablaggio strutturale dei fabbricati
  • diritto urbanistico (titoli abilitativi – piano casa)
  • stime immobiliari

Inoltre è stato deciso di suddividere la frequenza per materie ed orari fra le classi  interessate del 3° – 4° – 5° anno del corso C.A.T., al fine di fornire una formazione più aderente al livello culturale dei frequentatori.

I docenti sono liberi professionisti e manager aziendali che porteranno le loro esperienze con reali case study supportati dall’utilizzo di software dedicato.  Ad essi si affiancheranno alcuni docenti dell’Istituto con il compito fondamentale di unire la formazione scolastica con l’esperienza professionale maturata sul campo.

A tutti l’augurio di buon lavoro per il conseguimento degli obiettivi desiderati.

Prosegue il Progetto MYA nell’ambito della misura europea ERASMUS+

E’ con grande piacere che annunciamo il proseguimento del progetto MYA nei mesi febbraio – marzo 2017 dal 13 febbraio al 3 marzo.

Sul nostro sito è pubblicato il bando per partecipare.

progetto-europeo-poster

Ricordiamo che ogni tipo di spesa (VITTO, ALLOGGIO, FORMAZIONE, ALTRE ATTIVITA’) sono tutte finanziate nel progetto dalla Comunità Europea.

Sono già iniziate le selezioni di 5 ragazze e 5 ragazzi che costituiranno il gruppo italiano del progetto ERASMUS+

Finanziato dalla Comunità Europea il progetto MYA di L.O.A.D. Onlus

In data 13/07 c.a. l’Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG), organismo pubblico dotato di autonomia organizzativa e finanziaria, vigilato dal Governo Italiano e dalla Commissione Europea, ha comunicato l’esito delle istruttorie eseguite sui progetti presentati lo scorso aprile nell’ambito della misura europea ERASMUS+

Fra i progetti approvati e sottoposti a finanziamento europeo è risultato essere presente anche il nostro progetto “Mobility of Young Adult” mirato al superamento delle discriminazioni fra i giovani ed alla loro  reciproca aggregazione quali cittadini europei.

Il progetto, che vede protagonisti ragazzi giovani universitari dell’Italia, della Romania e del Portogallo, vuole aprire un rapporto continuo e permanente fra i giovani degli Stati che compongono la Comunità Europea, al fine di creare una sinergia fra di essi coesa al superamento della diffidenza, della prevaricazione e dell’emarginazione oggi esistente e diffusa nel nostro Continente.

I tre stati europei dell’Italia, della Romania e del Portogallo attraverso le rispettive associazioni partecipanti al progetto, di cui LOAD è capofila, dovranno selezionare 10 fra ragazze e ragazzi ciascuno, i quali formeranno un gruppo di lavoro di 30 ragazzi che proporranno argomenti di discussione e di confronto al fine di trovare un valido ragionamento comune e di unione.

La sede di lavoro prescelta è Roma e la location sarà la sede dell’associazione LIDU Onlus (Lega Italiana dei Diritto dell’Uomo) partner del progetto,  sita alle pendici del Campidoglio, nel cuore di Roma, in uno dei luoghi più suggestivi della nostra Capitale.

Load sta predisponendo le linee guida per la selezione dei giovani, alle quali le associazioni degli Stati partecipanti del progetto dovranno attenersi. La selezione si dovrà svolgere entro settembre, al fine di completare il progetto entro il prossimo mese di novembre 2016.

L’esito dei lavori dei giovani sarà espresso in documento finale che dovrà essere divulgato nei propri paesi di appartenenza per agevolare la nascita di una rete di ragazzi in tutta Europa e favorire un movimento di aggregazione basato su intenti comuni e condivisibili.

LOAD ringrazia tutti gli attori che si sono prodigati nel corso della stesura progettuale per aver saputo costruire una opportunità unica nel suo genere, condivisa dagli stati membri della Comunità Europea.

A breve pubblicheremo il bando di selezione dei ragazzi di età compresa fra 22 e 24 anni che sarà divulgato mediante i social network consueti ed il nostro sito.

A cena con i maturati geometri 2015 – 16 dell’IISS Giorgio Ambrosoli

Bellissima manifestazione degli ex studenti oggi geometri, che la sera del 13/07 hanno voluto festeggiare il loro diploma appena conquistato con il corpo docenti dell’IISS Giorgio Ambrosoli. Alla cena è stata invitata anche la LOAD Onlus, accolta come collaboratrice per il successo della loro missione scolastica. A tutti un grandissimo incoraggiamento per il superamento delle future prove nel mondo della loro professione.IMG_8477 IMG_8471 foto 5 foto 3 foto 1 FullSizeRender 2

Iscrizioni aperte all’IISS G. Ambrosoli

Iscrizioni aperte al corso serale ex geometra per studenti e lavoratori  per il conseguimento del diploma di scuola media superiore Costruzioni – Ambiente – Territorio (CAT).

Contattare presso l’IISS Giorgio Ambrosoli di Roma la prof.ssa Monica Palermo (palermo.m@isisambrosoli.it tel. 06 1211 22725) per tutte le informazioni inerenti al corso (ampiamente descritte nella locandina allegata volantino_serale) ed alla iscrizione per il conseguimento del diploma ex geometra.

Anche quest’anno LOAD Onlus continuerà lo svolgimento dello stage “Le Aziende vanno a scuola” sulla base del parternariato attivato con l’IISS Ambrosoli tramite l’accordo dello scorso mese di marzo 2016, in riferimento alla legge 107/2015 relativa alla “Buona Scuola”, indirizzato agli studenti delle scuole superiori ed inerenti al completamento del loro iter scolastico per il futuro inserimento nel mondo del lavoro.

Nella scorsa edizione, oltre alla consegna degli attestati curriculari che hanno dato diritto all’acquisizione di crediti formativi, sono stati assegnati premi ai migliori allievi del corso consegnati dal Preside dell’IISS G. Ambrosoli prof. Paolo de Paolis e dall’assessore al V Municipio di Roma.

volantino_serale

M.Y.A – Mobility of Young Adult

Presentato alla Comunità Europea a fine aprile il nuovo progetto europeo sulla mobilità dei ragazzi In Europa

Nell’ambito dei progetti europei, in particolare nella misura ERASMUS+, LOAD ha presentato ad aprile scorso un progetto che ha come obiettivo quello di favorire l’integrazione attraverso la conoscenza, sviluppando il senso di appartenenza all’Europa mediante la creazione nei ragazzi del sentimento di cittadini Europei.
Il progetto coinvolge 4 associazioni europee: 2 italiane (LOAD e LIDU) e 2 europee (Asociatia Pro Democratia della Romania e LPDH-Civitas del Portogallo).
Da un’analisi del contesto effettuata dalle organizzazioni partecipanti nei loro Paesi è emerso, nonostante gli sforzi finora fatti, quanto sia poco diffusa fra i giovani la consapevolezza di essere tutti cittadini europei pur provenendo da nazioni diverse.
I giovani condividono poco gli aspetti quali la solidarietà, la partecipazione attiva alle scelte politiche e alle decisioni europee.
E’ ancora molto diffusa la diffidenza ed il sentimento discriminatorio verso le minoranze dovuti a preconcetti e luoghi comuni.
Quanto sopra non argina il dilagare della tendenza alla radicalizzazione della violenza nei giovani, ognuno legato alla propria realtà sociale. Pertanto, il progetto MYA si propone di rendere i giovani partecipanti consapevoli di tutto questo.
MYA risponde agli obiettivi per i giovani evidenziati dal programma Erasmus+:
– migliorare il livello delle competenze e delle abilità chiave dei giovani, compresi quelli con minori opportunità;
– promuovere la loro partecipazione alla vita democratica in Europa ed al mercato del lavoro, alla cittadinanza attiva, al dialogo interculturale, all’inclusione sociale ed alla solidarietà, in particolare mediante maggiori opportunità di mobilità ai fini dell’apprendimento per i giovani.
Le associazioni coinvolte nel progetto grazie alla loro storia, tradizione ed esperienza nel campo della formazione sui valori democratici, sul rispetto dei diritti umani e sul senso civico sono state considerate le più adatte per raggiungere l’obiettivo che questa mobilità giovanile si pone: aumentare, attraverso il dialogo interculturale, il senso di solidarietà tra giovani cittadini europei, promuovendo al contempo il senso di cittadinanza europea e la promozione alla vita democratica, i valori comuni di libertà e della tolleranza.
Il progetto consiste nella organizzazione di incontri per affrontare insieme questi temi comuni, permettere ai ragazzi di confrontarsi, scambiare idee, acquisire conoscenze e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra loro e pur sempre europee attraverso metodologie di apprendimento non formale che permettano ai ragazzi ed alle ragazze coinvolti di essere i veri protagonisti attivi dello scambio.
Le attività verranno modulate in base alle loro capacità in una cogestione con i partner promotori del progetto. Saranno i ragazzi stessi che organizzeranno gli incontri formativi, le attività socio-culturali in coordinamento con i tutor ed i formatori.
Questa capacità di gestione e comprensione delle attività permetterà ai ragazzi di sviluppare le skills necessarie per diventare peer educator a fine progetto, una volta rientrati nel proprio paese d’appartenenza e riportare ad altri le competenze acquisite.
Il progetto MYA consterà di un soggiorno di 21 giorni in Italia, paese di appartenenza della capofila LOAD, per 30 giovani europei (10 provenienti dall’Italia, 10 dal Portogallo, 10 dalla Romania), che si conosceranno, convivranno e frequenteranno le giornate di studio, confronto e partecipazione che saranno suddivise nei seguenti moduli:
– accoglienza
– seminari di studio sui paesi di origine
– seminari e attività di approfondimento
– visite culturali per approfondire la conoscenza del patrimonio culturale ed artistico del paese ospitante
– selezione peer educator e loro formazione
– produzione del materiale del lavoro dei giovani partecipanti
Il progetto si avvarrà di alcuni strumenti promossi dalla Commissione Europea quali la certificazione europea YouthPass.
Gli obiettivi attesi sono:
– miglioramento del dialogo interculturale e della convivenza sociale tra persone con culture diverse
– sviluppo di un ragionamento aperto che aiuti ad evitare la creazione di stereotipi e pregiudizi, ma che prevenga anche la mancanza di fiducia nei confronti di persone con diverse culture e nazionalità.
I giovani partecipanti potranno sviluppare la consapevolezza sia delle similitudini che delle differenze tra le culture dei paesi coinvolti, potranno migliorare la conoscenza della lingua inglese in quanto ogni attività sarà tenuta in inglese ed i partecipanti dovranno anche fare uso di questa lingua per comunicare tra di loro.
In definitiva, il progetto MYA promuoverà l’inclusione sociale, il senso di cittadinanza europea, la partecipazione alla vita democratica ed al dialogo interculturale, la solidarietà fra i giovani affinché possa migliorare il senso di rispetto e di tolleranza fra tutti i cittadini europei.

Completato lo stage “Le Aziende vanno a scuola” e consegnati gli attestati agli allievi

Lo scorso 9/05 è terminato a Roma lo stage formativo organizzato dall’IISS Giorgio Ambrosoli e dalla LOAD Onlus.

L’iniziativa formativa è stata resa possibile in base alla legge 107/2015 relativa alla “Buona Scuola”, indirizzato agli studenti delle scuole superiori ed inerenti al completamento del loro iter scolastico per il futuro inserimento nel mondo del lavoro

In forza della norma suddetta che prevede l’alternanza dell’istruzione scolastica con un periodo applicativo presso aziende e più in generale organizzazioni produttive, LOAD in accordo di parternariato sottoscritto con l’IISS Giorgio Ambrosoli di Roma indirizzo C.A.T. (Costruzioni Ambiente e Territorio) in data 10/03/2016 ha lanciato il progetto “Le Aziende vanno scuola”, favorendo l’ingresso del mondo del lavoro nelle strutture scolastiche al fine di facilitare quella comunicazione formativa in grado di produrre immediata cultura e formazione in linea con le richieste del mercato.

Individuando sia al suo interno, sia all’esterno professioni ed esperienze professionali che potessero essere collegate direttamente alle materie scolastiche, LOAD ha individuato manager aziendali, liberi professionisti e dirigenti della pubblica amministrazione disposti a portare la loro esperienza a scuola.

L’obiettivo raggiunto è stato quello di completare l’istruzione scolastica, egregiamente ed indiscutibilmente impartita dai docenti della scuola, con le procedure applicative richieste dalle aziende e dalle imprese, fase questa che si acquisisce solo dopo anni di praticantato e la cui mancanza, nella maggior parte delle volte, risulta elemento discriminante in fase di assunzione.

Le varie materie tecniche insegnate nel corso C.A.T. per geometri sono state riconfigurate in chiave applicativa con la gestione commesse mediante tecniche di Project Management, con la Sicurezza in Cantiere mediante l’applicazione del D.L.vo 81/2008 e redazione di un vero piano di sicurezza e coordinamento. Nè potevano mancare le materie impiantistiche e tecnologiche riconfigurate con le metodologie del Facility e del Quality Management e la sempre attuale Informatica indirizzata però al cablaggio strutturale ed alla progettazione di reti gestione dati in fabbricati direzionali (TLC).

Lo stage che è stato condotto su reali “case study”, ha visto il diretto coinvolgimento degli studenti che hanno sperimentato l’utilizzo di procedure informatiche relative, messe a disposizione dai docenti mediante software correlati utilizzati nell’espletamento delle loro attività professionali.

Anche l’ambiente operativo è stato riorganizzato: siamo passati da aule con banchi ad un laboratorio basato sul modello di una sala multidisciplinare, per stimolare più velocemente l’attenzione degli ascoltatori seduti in un ambito completamente diverso dal solito, adottando le tecniche del brainstorming per raccogliere ogni osservazione formulata e ponderata dai partecipanti.

Grazie a queste metodologie, gli allievi hanno presentato alcuni loro lavori nel corso dello stage derivanti dalle applicazioni pratiche di quanto appreso, al fine di simulare un ipotetico rapporto professionale con un potenziale committente.

Lo stage, iniziato a febbraio scorso e terminato dopo 40 ore con l’espletamento di una prova finale su tutte le esperienze formative vissute, ha visto una partecipazione di 40 elementi provenienti soprattutto dalle classi IV e V superiore del corso serale per geometri, formato perlopiù da persone desiderose di completare un ciclo formativo per la loro evoluzione sociale, ma anche da persone che vogliono entrare con maggiori chances nel mondo del lavoro, attualmente depresso ma comunque sempre alla ricerca di risorse di pregio.

Insieme all’IISS Ambrosoli siamo soddisfatti del livello qualitativo raggiunto e dell’interesse manifestato dai frequentatori, andato mano a mano a crescere nel corso dello stage.

La conclusione della prima edizione dello stage “Le Aziende vanno a scuola” è avvenuta il 9/05 con la consegna degli attestati curriculari a tutti gli allievi.

In particolare ai migliori cinque è stato consegnato anche un premio in linea con lo spirito dello stage.

La manifestazione che ha visto anche la commozione di alcuni studenti premiati alle prime esperienze di confronto e selezione si è svolta alla presenza dell’Assessore Nunzia Castello del V Municipio e della Dirigenza dell’IISS Ambrosoli Prof. Paolo de Paolis e Paolo Leo, che hanno consegnato gli attestati ed i premi accompagnati dagli auguri di una futura carriera professionale ricca di soddisfazioni, del corpo docente del corso serale, che con grande spirito di sacrificio ha dedicato alcune ore del proprio corso didattico allo stage come osservato dalla prof. Monica Palermo organizzatrice interna dell’IISS, responsabile del corso serale, ed infine dello staff della LOAD che ringraziando il sig. Preside per le bellissime frasi relative allo svolgimento delle attività e l’Assessore Castello per l’incoraggiamento a proseguire su questa strada necessaria per costruire le professionalità future della nostra società, ha voluto simbolicamente abbracciare tutti gli studenti ed i loro docenti del corso serale veri attori protagonisti di questa prima esperienza.

La manifestazione si è conclusa con un brindisi di auguri per una futura riedizione di una nuova analoga esperienza.

TamTam Technology assistive & monitoring. Tecnologia a servizio degli anziani

SINTESI

L’obiettivo generale del progetto Tam Tam è la creazione e l’applicazione di uno strumento di controllo remoto senza la presenza di una persona vicina alla persona anziana, in grado di monitorare il corso del suo stato psico-fisico.

I beneficiari del progetto sono gli anziani ma più in generale coloro che si trovano in uno stato di autosufficienza fragile.

Tam Tam rileva mediante un sistema di sensori installati in casa una serie di informazioni sullo stato e l’autonomia della persona controllata (in particolare, la realizzazione effettiva degli atti giornalieri dichiarati in precedenza dal soggetto).

Il verificarsi o meno di un atto o di un evento viene comunicato in remoto dal sistema ad uno staff che è in grado di adottare immediate soluzioni quali, ad esempio, attivare personale medico che, pur lavorando a distanza, è in grado comunque di procedere.

Il valore aggiunto del progetto è la realizzazione di un’applicazione client-server che permette:

di seguire discrezionalmente, ove necessario e senza una reale presenza fisica ritenuta per lo più invasiva, una persona che è in una condizione di autosufficienza fragile per rilevare quando un evento si verifica o non si verifica;

la scelta della migliore metodologia disponibile al momento per il supporto necessario, mediante le pratiche più idonee per la corretta gestione di qualsiasi emergenza

 

DESTINATARI

Appare sempre più emergente la necessità di aiutare più persone possibile senza invadere la loro sfera di riservatezza, garantendo un adeguato sostegno a tutti coloro che sperimentano questo bisogno senza distinzione di sesso, di discriminazione e di emarginazione.

Non solo gli anziani che vivono da soli hanno bisogno di essere sostenuti nella loro vita quotidiana, ma anche le famiglie che vivono con uno o entrambi i genitori anziani o con persone disabili hanno gli stessi problemi se queste ultime sono lasciate sole durante il giorno a causa di problemi di lavoro, la scuola dei figli o di altri impegni e, non ultimo, per problemi economici.

Lo strumento fornirà assistenza a persone che necessitano di supporto mediante monitoraggio remoto, superata la discriminazione e senza pregiudizio per ogni e qualsiasi condizione sociale, fornendo pari dignità ad ogni uomo e ad ogni donna. Pertanto è chiaro che il sistema può essere offerto a tutti gli strati sociali.

E’ facile immaginare una lunga lista di destinatari non solo nelle loro case ma anche nelle strutture di ricovero ed ospitalità nelle condizioni di vita più diverse.

Il sistema di monitoraggio rivela la situazione al momento in confronto con quella nota per prevedere e adottare soluzioni di supporto in tempo reale, non altrimenti proponibili in diverse condizioni.

La buona scuola. Siglato l’accordo di Parternariato fra l’IISS Giorgio Ambrosoli e la LOAD Onlus

LOAD Onlus ha iniziato una collaborazione formativa con l’Istituto di Istruzioni Secondarie Statali “Giorgio Ambrosoli” di Roma (http://www.iissambrosoli.gov.it), sulla base di un accordo di parternariato e di volontariato mirato alla organizzazione di stage in linea con la Legge 107/2015 “Alternanza Scuola-Lavoro”.

L’intento pienamente raggiunto è stato quello di unire in aula professionisti, manager, aziende e studenti tutti impegnati professionalmente e scolasticamente su materie tecniche tipiche anche della professione del geometra.

Unitamente a “case study” attinenti alla cultura del geometra, si è riunita la conoscenza scolastica con la vera applicazione lavorativa di professionisti ed imprenditori che operano nel mondo del lavoro del quale i giovani faranno parte.

Questa scelta innovativa consentirà ai futuri diplomati di porsi da subito all’attenzione delle aziende e trovare il posto di lavoro, obiettivo ambito da tutti ed oggi estremamente labile.

L’opportunità di consentire ai giovani di confrontarsi con le aziende ed i professionisti già a scuola, supplisce all’impossibilità dello studente di comprendere cosa il mondo del lavoro riserva, condizione che si ritiene indispensabile per la conclusione positiva dell’iter scolastico al fine di poter semplificare, per quanto possibile, l’ingresso nello scenario futuro post scolastico.

Non essendo possibile portare gli studenti nel mondo e sui luoghi del lavoro, la LOAD Onlus ha portato a scuola i dirigenti aziendali ed i professionisti che hanno ricoperto il ruolo di docenti nel progetto “Le Aziende vanno a Scuola”. Inserendo la struttura professionale o l’azienda all’interno dell’edificio scolastico si consente ai giovani di comprendere come le materie scolastiche trovino riscontro nel lavoro e come la cultura acquisita si adegui alle esigenze professionali.

Docenti

In particolare la gestione dei cantieri, la sicurezza sui luoghi di lavoro, le manutenzioni sugli immobili, la qualità e lo studio immobiliare, materie di formazione scolastica, trovano riscontro nel Project Management, nel Safety, nel Facility & Real Estate e nel Quality Assurance che, affrontati con strumenti moderni ed attuali come i software professionali messi a disposizione dai docenti, consentono ai giovani di essere da subito adeguati e competitivi.

La location è l’IISS pubblico Giorgio Ambrosoli che ha messo a disposizione un laboratorio nel quale la LOAD ha avviato dallo scorso febbraio 2016 uno stage formativo dal titolo “Le Aziende vanno a scuola” per gli studenti lavoratori del corso serale, i quali hanno trovato nel nuovo strumento didattico un incentivo supplementare per il completamento della loro formazione da far valere immediatamente nel proprio scenario professionale sul posto di lavoro.

Lo stage avente condivisione formativa scolastica con l’IISS Giorgio Ambrosoli, fornisce crediti formativi agli studenti frequentatori ed attestazione curriculare.

Studenti

La prima esperienza, basata su una durata di 40 ore che sarà ripetuta a partire dal prossimo ottobre 2016, terminerà il giorno 09/05/2016 con la consegna degli attestati ad ogni frequentatore e la premiazione dei migliori 5 studenti.